Tim Cook sta raschiando il fondo del barile? Non lo sappiamo, sta di fatto che l’elenco dei delusi dagli eventi Apple sta aumentando di semestre in semestre. Qui vi riassumiamo le principali tematiche della serata.

Apple Watch – La novità principale di quest’anno è la disponibilità di nuovi colori per i cinturini, così come l’introduzione di un nuovo bracciale “woven nylon”. E il prezzo della versione sport si abbassa: da oggi costa solo 299 dollari.

Apple TV – Un vero e proprio successo dall’ultima versione presentata, completa di oltre 5.000 app sullo store, tra giochi, scienza e intrattenimento. Siri, nelle nazioni in cui è abilitata, è ora in grado di cercare fra più provider di contenuti. Nel mentre tvOS si arricchisce con la modalità “cartelle”, nonché con la possibilità di dettatura e l’accesso alle fotografie sul Cloud. L’aggiornamento è disponibile da ieri.

iPhone – Tema caldo, con l’introduzione di un nuovo modello che viene incontro a un’esigenza globale. Infatti Apple nel 2015 ha venduto 30 milioni di iPhone da 4 pollici, perché molti clienti amano le piccole dimensioni e, soprattutto, poiché questi device rappresentano i device preferiti dagli switcher. Arriva quindi iPhone SE, dall’estetica ibrida tra iPhone 5S e iPhone 6S, dall’hardware comunque impressionante: ha lo stesso processore di iPhone 6S, ovvero l’A9 con processore M9, nonché vede la stessa fotocamera da 12 megapixel introdotta nei dispositivi più grandi nello scorso autunno. Vi è quindi il supporto al 4K, nonché alle reti LTE internazionali e WiFi 802.11ac. Naturalmente, iPhone SE è dotato di Touch ID e di un chip NFC per accedere ai pagamenti Apple Pay. Apple sostiene che iPhone SE sia il device da 4 pollici più avanzato al mondo e il prezzo parte da 399 dollari. Il nuovo smartphone sarà disponibile dalla prossima settimana negli Stati Uniti, nelle altre nazioni nelle settimane a seguire.

iPad – Arriva una nuova versione di iPad Pro, da 9.7 pollici. La scelta di allargare la famiglia deriva innanzitutto dalla grande diffusione di questo formato, il più gettonato fra gli appassionati di Apple, ma anche perché porta d’accesso dagli switcher Windows. iPad Pro 9.7 utilizza gli stessi materiali della versione da 12,3 pollici, quindi lo schermo sfrutta la stessa frequenza a 240 Hz, affinché Apple Pencil sia sempre fluida. Lo schermo, inoltre, è tre volte meno riflettente rispetto a iPad Air 2, pur essendo del 25% più luminoso. L’affidabilità del colore, inoltre, è ulteriormente migliorata. La novità più succosa, però, è il fatto che questo tablet monti per la prima volta un True Tone Display: si tratta di uno schermo che, in base alle condizioni ambientali in cui si opera, regola autonomamente luminosità, tonalità del colore, risposta della tinta e via dicendo. Come già annunciato dai rumor delle scorse settimane, questo iPad Pro è dotato di 4 speaker, due per lato corto del device. La qualità grafica, infine, è molto elevata: questo iPad, infatti, ha maggiore potenza di elaborazione di una Xbox 360, grazie al processore A9X e M9.

Come facilmente intuibile, iPad Pro 9.7 è compatibile con gli accessori Smart Connector, tra cui la Smart Keyboard. Ma anche, come anticipato, Apple Pencil. Vi sono quindi nuovi accessori Lightning, come un card reader di nuova generazione, così come anche strumenti per collegare microfoni e altri accessori.

iPad Pro prevede una fotocamera da 12 megapixel, completata da un flash LED. Inoltre, è compatibile con la registrazione di video in 4K. La fotocamera frontale, invece, è da 5 megapixel, con flash Retina integrato. Oltre ai colori classici della scocca, iPad Pro 9.7 sarà disponibile anche in colore oro rosa. Il prezzo parte da 599 dollari, per crescere a seconda della configurazione storage, fino a 256 GB.

iOS – Proprio in questi giorni, Apple rilascerà iOS 9.3, con tutte le novità quali la modalità di utilizzo notturno, le novità per News, CarPlay, iPad e molto altro ancora.