L’università è una tappa fondamentale nel percorso di crescita di un ragazzo: la laurea, infatti, è un titolo fondamentale per entrare nel mercato del lavoro con la sicurezza di un curriculum adeguato alle posizioni richieste. Ma non si tratta di una passeggiata, soprattutto per gli studenti che non godono di una situazione economica adeguata al mantenimento fuori sede, la cui famiglia non può certo permettersi di pagare una cifra che, nelle migliori delle ipotesi, si aggira intorno ai 10.000 euro annuali. Lo stesso dicasi per gli studenti che non lavorano e che, dunque, non hanno un reddito fisso che possa consentirgli di pagare almeno una parte delle spese.

Internet, però, corre in soccorso degli studenti universitari. Come? Offrendo l’opportunità di richiedere un finanziamento online, che verrà restituito attraverso il pagamento di comode rate mensili. In questo senso, il consiglio è di rivolgersi a siti web come prestitisenzabusta.it, che offrono prestiti a studenti universitari senza richiedere la garanzia di una busta paga. Un fattore molto importante, che permetterà ai ragazzi privi di reddito di accedere ad un finanziamento particolarmente comodo per scacciare i pensieri economici, e per dedicarsi a tempo pieno al conseguimento dell’importantissimo titolo di studio.

Occorre, però, fare un po’ più di chiarezza in merito: gli istituti che concedono prestiti senza busta paga, per evitare l’insolvenza, richiedono comunque alcune garanzie. Premesso che tali garanzie variano da istituto a istituto, spesso chi emette un finanziamento senza busta paga richiede la presenza di un garante, ovvero di un soggetto terzo che sia disposto a coprire l’eventuale pagamento non corrisposto delle rate. Il garante può essere, ad esempio, un familiare o un amico: per l’istituto che emette il prestito, non fa alcuna differenza.

Esistono anche altre forme di garanzia che l’istituto può richiedere, e che riguardano l’eventuale presenza di immobili di proprietà. Innanzitutto c’è la possibilità di accendere una classica ipoteca sulla casa, anche se si tratta di una soluzione che non viene quasi mai adottata. Gli immobili, comunque, si rivelano di grande aiuto, soprattutto quando hanno un inquilino che paga regolarmente l’affitto: in questo caso, basterà presentare all’istituto i documenti di proprietà e le ultime mensilità pagate dall’affittuario, per poter facilmente accedere al finanziamento richiesto. L’ideale per gli studenti che possono contare su più immobili di proprietà.

Infine, va ricordato che possedere un patrimonio valutabile rappresenta un modo per spalancare facilmente le porte a qualsiasi prestito, come ad esempio gioielli, oro, opere d’arte ma anche buoni del tesoro e titoli di varia natura.