La mobilità è uno dei principali temi di dibattito legato alla vita nella società moderna. Le conseguenze dell’aumento demografico, del pendolarismo e di molti altri macro-fenomeni si fanno sentire nella quotidianità di tutti noi, e risparmiare tempo e denaro per spostarsi è da alcuni decenni uno degli obiettivi primari di qualsiasi nucleo famigliare.

Eppure non è semplice essere sempre aggiornati e scovare quel che è meglio per noi nella pluralità dell’offerta. Molto spesso le persone non sono neanche al corrente dei servizi e delle agevolazioni di cui possono fruire e sottovalutano le alternative. Prendete Telepass, ad esempio. Quasi tutti lo associamo al “solo” pedaggio autostradale (ma quanto è comodo evitare le code!), eppure il numero di vantaggi offerti dal costo mensile è ben più ampio.

Dal 1996 il costo rimane invariato (1,26€ al mese IVA inclusa) ma Telepass è sempre al passo delle nuove esigenze degli automobilisti e la sua gamma di servizi è sempre più ricca. Ad oggi Telepass consente, senza alcun costo aggiuntivo, di:

– pagare il pedaggio in autostrada transitando sulle corsie dedicate, senza fermarsi al casello e senza necessità di ritirare il biglietto;

– pagare la sosta nei principali parcheggi italiani convenzionati, presenti negli aeroporti, stazioni, città e fiere, senza necessità di ritirare il biglietto e senza dover accedere alle casse per il pagamento, evitando le code in ingresso e in uscita;

– pagare la sosta sulle strisce blu nelle città convenzionate,utilizzando il proprio smartphone grazie al servizio gratuito Telepass Pyng. Con questo servizio è possibile interrompere e prolungare la sosta ovunque ci si trovi pagando solo il tempo necessario e per più targhe contemporaneamente senza avere il Telepass sul veicolo. Il servizio è disponibile tramite app per Android e iOS e sul mobile site https://m.pyng.telepass.it;

– pagare l’accesso all’area C di Milano, attivando preventivamente il servizio sulle targhe abbinate al Telepass;

– acquistare e ritirare il biglietto per il traghettamento senza passare dalla biglietteria, semplicemente utilizzando la pista Telepass dedicata. Il servizio è al momento attivo sullo stretto di Messina.

Per avere maggiori informazioni sulle specifiche di ogni servizio visita questa pagina.

Insomma, tutto tempo risparmiato! Basta pensieri, con Telepass potete veramente spostarvi…in libertà!

Buzzoole

SHARE
Post precedenteLG G5, la scheda tecnica
Post successivoOscar 2016, ecco i vincitori