Quante volte vi siete trovati in procinto di acquistare una app o qualche contenuto digitale dal vostro store di riferimento, ma vi siete poi accorti di avere l’account PayPal o la carta di credito ricaricabile privi di disponibilità? A noi succede spessissimo, e la nuova partnership tra Telecom Italia e Microsoft sembra essere fatta apposta per gli sbadati dell’ultimo minuto.

I possessori di device con Windows Phone (l’opportunità verrà offerta anche agli utenti Android) e di una scheda prepagata targata TIM potranno dunque effettuare gli acquisti scalando l’importo dal proprio credito telefonico, per comprare i contenuti digitali presenti su Windows Phone Store e Google Play.

L’importo del singolo acquisto non deve superare i 12,5 € + IVA e il credito residuo deve avere un margine di ulteriori 2 € rispetto al prezzo d’acquisto (se il contenuto costa 3 € il credito residuo deve essere pari ad almeno 5 €). E’ importante specificare come l’impostazione dell’account per gli acquisti debba essere settata su “Italia”.

Si tratta di un’iniziativa interessante e cruciale per “spingere” la diffusione degli acquisti digitali Microsoft anche tra gli utenti meno esperti, quelli che non si fidano nel fornire i dati delle proprie carte o conti, e che possono completare le transazioni in un attimo. In Italia ce ne sono molti, e rappresentano un gran potenziale di business a cui si può attingere.