Quanti di voi amano la serie Nexus di Google ma sono rimasti assai delusi dalla gestione avuta da Big G (e dal vendor LG) per lo smartphone Nexus 4? Io fui uno dei delusi. L’Italia fu “esclusa” dalla politica di prezzo aggressiva voluta da Mountain View, in quanto non aveva ancora il Play Store locale dedicato alla vendita dei dispositivi fisici. Un vero peccato per un ottimo telefono che alla fine non fu mai portato nel Bel Paese, e in generale per il mercato smartphone italiano, da sempre afflitto da prezzi solitamente più alti rispetto al resto del mondo, anche per un’atavica ritrosia dei nostri connazionali ad acquistare i pacchetti abbonamenti degli operatori TLC, preferendo le SIM ricaricabili.

Ebbene, qualche giorno fa la discriminazione geografica che ci penalizzava è terminata. Google ha aperto il Play Store Devices anche all’Italia, sebbene allo stato attuale sia possibile acquistare soltanto il tablet Nexus 7 nella sua versione 2013 (16, 32 Gb e LTE). Si tratta in ogni caso di un grosso passo in avanti per la tecnologia alle nostre latitudini: sappiamo tutti che a breve verrà rilasciato il Nexus 5, e la speranza che possa essere venduto sullo store a prezzi altamente concorrenziali potrebbe farci credere che i consumatori possano iniziare a risparmiare qualche soldo in tasca per soddisfare le proprie esigenze tecnologiche.