Commentare sui blog è qualcosa che molti di noi fanno, ma potreste prenderla in considerazione come punto di forza della vostra strategia di web-marketing e branding? Ci sono molti modi diversi con cui i commenti sui blog possono concorrere a costruire traffico verso il tuo sito e consolidare il vostro brand nel processo, ma al tempo stesso esistono troppi commenti alla mera ricerca di una shortcut e con metodi scorciatoia che finiscono per danneggiare il vostro progetto piuttosto che aiutarlo.

Ho realizzato una discreta quantità di grandi blog, il che significa anche arrivare a gestire un sacco di commenti. Questo non è qualcosa che mi piace fare, perché ho a che fare con un sacco di spam e perdo tempo ad estirpare i buoni dai cattivi…comunque mi ha insegnato un sacco di cose lungo la strada. In uno dei miei siti di grandi dimensioni, BloggingTips.com, ho creato una serie di linee guida sui commenti per i miei lettori da seguire. Queste regole erano le seguenti:

  • Tutti i commenti devono avere un “nome reale”, associato con il commento
  • Il tuo avatar immagine dovrebbe essere di una persona reale e non in bianco / segnaposto
  • I Commenti devono fornire valore e non essere un semplice messaggio di complimenti (ad es.: “bel post”).

Impostando le linee guida ci si può aspettare una migliore qualità delle persone che stanno già commentando sul vostro sito, ma anche potenzialmente eliminando quelli che vi stanno facendo perdere tempo tramite commenti spam.

I benefici dei commenti sui blog

Quando si tratta di commentare su altri blog , ci sono molte ragioni per farlo e ottenerne profitto e vantaggi. Arrivare a ritroso verso il tuo sito, guadagnare l’esposizione attraverso il vostro nome e l’immagine gravatar, e anche fornendo contenuti di qualità sono solo tre dei principali vantaggi .

A dispetto di tutti i vantaggi, è raro che troverete molti dei migliori blogger in giro a commentare il post dei blog più piccoli. Questo di solito non è perché a loro non importa, ma a causa di altri obblighi che occupano la maggior parte del loro tempo.

Un metodo che ho potuto mettere in campo per relazionarmi con gli altri blogger di ogni visibilità, è quello di assicurarsi di non commentare nessun blog dove già menzionano il mio nome o i miei siti, oltre a rispondere a tutte le richieste di interviste che mi arrivano. Sì, ci vuole un sacco di tempo, ma è qualcosa che ho sempre detto che avrei apprezzato sul lungo termine.

Ciò è particolarmente apprezzato da tutti i nuovi blogger che sono in crescita. E ‘ un brivido vedere un grande nome che commenta la vostra nuova creatura, e sarà ricordato per molto tempo a venire.

Nota importante: guarderei il commentare sui blog  più da una prospettiva di personal branding piuttosto che per cercare di ottenere nuovi backlink e traffico al tuo sito. Ma se avete intenzione di concentrarvi su questa attività per il traffico e i collegamenti, assicuratevi di seguire le stesse linee guida che ho citato sopra e anche di fornire commenti unici e riflessivi per cui le persone vi troveranno valore. Questo aumenterà le possibilità che i lettori notino il tuo commento ed eventualmente clicchino sul tuo sito.

Come trovare grandi Blog dove commentare

La parte successiva del processo per far esplodere il tuo traffico e il branding attraverso i commenti è trovare i blog giusti dove commentare. Ovviamente l’obiettivo e di commentare sui blog che si trovano nella tua stessa nicchia, dal momento che questo è il tipo di traffico che si vuole portare sul tuo sito.

La Technorati 100 è un ottimo posto per iniziare e si possono cercare i blog su una vasta gamma di argomenti. Vi consiglio inoltre di dare un’occhiata alla mia lista di brand, che si compone di oltre 500 blog diversi e utilizza un algoritmo unico che classifica i siti in base a varie classifiche.

Non importa per quale motivo si effettuano commenti sui blog, assicuratevi solo che alla fine dell’attività avrete migliorato la vostra reputazione online invece di averla distrutta.

Post liberamente tradotto da “How to Explode your traffic and branding with blog commenting”.

Ti interessa l’argomento? Vorrai approfondire con i seguenti libri:

Effective Blog Commenting

Vuoi collaborare con noi, oppure pubblicare i tuoi contenuti? Manda un’email a info@webpointzero.com.

  • Una domanda: quando si traduce liberamente un post è necessario chiedere il consenso all’autore?

    • Buonasera Pierluigi,

      A differenza degli estratti, per le traduzioni di solito si usa citare (e linkare) il post originale. Portare un contenuto interessante su un’altra lingua è comunque un valore aggiunto, importanti blog italiani come Il Tagliaerbe usano spesso questa modalità di diffusione.

      Un saluto,
      Enrico

      • Infatti, si fa solo del bene 🙂 quindi confermi che si può fare…bene! Complimenti per il post: super!