Google+ lancia le collection (in italiano “raccolte”), un modo per organizzare i post per categorie. Capita che alcuni dei vostri post non interessino tutte le persone che vi seguono o che ci sia chi vi segue solo per un tipo di contenuti. Da oggi si potrà decidere di seguire solo alcuni post, che sono stati ‘catalogati’ dall’autore in una delle raccolte. La funzione è attiva anche per le pagine.

Le persone che vi hanno già aggiunto alle loro cerchie seguiranno anche tutte le vostre collezioni, chi vi dovesse aggiungere da oggi potrebbe decidere di seguire anche solo una di queste e non tutto il vostro profilo.

google-plus-raccolte

Con le raccolte si potranno creare delle vere e proprie rubriche, con tanto di personalizzazione per ognuna.

Infatti, per ogni raccolta è possibile impostare: nome, foto di copertina, colore di sfondo e cerchie di riferimento (attenzione, perché quest’ultima impostazione non è modificabile in seguito) .

Si può postare un contenuto direttamente nella collection o spostarlo da altre esistenti (non potrete, però, spostare post presenti nelle community).

Per ogni post dovremo decidere se tenerlo nello stream principale o in una delle collection, in un secondo momento potremo condividere il contenuto su un’altra delle nostre collezioni o sul flusso principale.

Un politico potrà, ad esempio, impostare una raccolta per le sue attività nazionali e una per quelle locali. Così chi non è interessato ai suoi incontri sul territorio seguirà solo quella nazionale.

Un’azienda potrà creare una collezione per ogni linea di prodotti, una rete televisiva potrebbe dar vita a una raccolta per ognuno dei suoi programmi (dicendo, così, addio a centinaia di pagine autonome e a volte mal gestite che però potrebbero rovinare la reputation dell’emittente).

E voi, come le utilizzerete?

Volete ricevere tutte le novità dal mondo social?

Iscriviti alla nostra Newsletter!