Responsive-WordPress-theme

Un momento decisivo nella creazione del proprio blog, specialmente se come quasi tutti utilizzate la piattaforma WordPress, è quello della scelta del template grafico da utilizzare. C’è chi, più paziente, perfezionista o con tempo utile, preferisce costruirselo da zero o quasi, ma la maggior parte delle persone si sceglie un template già pronto e magari introduce delle customizzazioni minime.

Nell’era del mobile, ha ancora senso utilizzare delle versioni minimali del blog per smartphone (soprattutto) o tablet? Secondo me non troppo, per i seguenti due motivi:

  1. Gli smartphone hanno ormai raggiunto in molti casi schermi da oltre 4 pollici, sufficienti per una buona leggibilità dei siti standard, soprattutto perché riescono ad utilizzare dei browser completi (Chrome, ad esempio)
  2. L’implementazione dello standard HTML 5 e dei layout responsive si sta sempre più diffondendo nel Web 

Per queste ragioni vi suggerisco di scegliervi un bel template responsive e, se non volete spendere soldi, di pescare tra le soluzioni gratuite che pullulano in Rete che, per il fatto di non essere a pagamento, non devono comunque essere considerate da meno.

Ecco una decina tra i più significativi, attualmente in giro:

1. Twenty Twelve

twenty_twelve

 

 

 

 

 

 

Non potevamo non iniziare dal tema responsive di default fornito con l’installazione di WordPress. Pulito, essenziale, Twenty Twelve fornisce al blog un’ottima leggibilità e si adatta bene a tutti gli schermi, nascondendo la sidebar in fondo alla pagina. Se non desiderate fronzoli particolari, può essere il vostro punto di partenza.

2. Designfolio

design_folio

 

 

 

 

 

 

Se lavorate nel mondo della fotografia o della creatività in generale, non potete fare a meno di avere un tema che valorizzi il lato visuale e che vi fornisca strumenti per catalogar e categorizzare il vostro portfolio. Designfolio vi garantisce un tema duttile ma non per questo disordinato.

3. Responsive

responsive

 

 

 

 

 

 

Nato sulle basi del celebre Twitter BootstrapResponsive è il tema di default per questa tipologia di design. Scarno di features e neutro di colorazione, al netto di eventuali customizzazioni è un tema ideale per soluzioni minimali e centrate sul contenuto testuale.

4. Skeleton

skeleton

 

 

 

 

 

 

Un altro template molto essenziale, Skeleton è in realtà più widget-ready e malleabile sia nella home page che al suo interno.

5. Paper

paper

 

 

 

 

 

 

Nato come child theme di Twenty Eleven, Paper è un tema che strizza l’occhio ad un’impostazione da diario personale, adatta agli amanti della scrittura intimista e dello storytelling.

6. Respo

respo

 

 

 

 

 

 

Più adatto per progetti editoriali, Respo nasce anche con un featured post slider ad alto impatto nella homepage.

7. Dark Dream

dark-dream

 

 

 

 

 

 

Se vi piacciono i temi con sfondo scuro (a me non fanno impazzire), Dark Dream saprà darvi eleganza, ordine e buon gusto.

8. Simple Grid

Simple-Grid

 

 

 

 

 

 

Un altro modo di sfruttare il responsive design è quello di usare dei layout a griglia. Si tratta di un’altra soluzione ideale per visualizzare portfolio o collezioni in blog del settore fashion. Simple Grid visualizza gli oggetti in un endless scrolling scatenato da un pulsante in fondo a ogni videata.

9. Gridly

gridly

 

 

 

 

 

 

A differenza del precedente, Gridly aggiunge alla visualizzazione “a griglia” un layout “alla Pinterest”, molto accattivante.

10. Grid

grid

 

 

 

 

 

 

Un altro esempio “a griglia”, Grid serra le file, proponendo quattro oggetti per riga.