Contactless vuol dire Sicuro

Nei giorni scorsi abbiamo già parlato della tecnologia Contactless, una nuova frontiera per i pagamenti offline.

Come accade per ogni novità, e per ogni tecnologia abilitante, l’essere umano vi si approccia in preda a molti dubbi e scarni entusiasmi. Sono in pochi coloro che si fidano, la semplicità di utilizzo viene sempre scambiata per insicurezza.

In realtà, i consumatori possono stare tranquilli: le carte Contactless sono sicure così come lo sono le carte di pagamento tradizionali con chip, dato che si basano sulla stessa tecnologia di sicurezza che prevede un codice di cifratura unico per proteggere i dati di pagamento.

Questa e altre misure rendono difficile e oneroso compromettere la sicurezza delle carte di credito Contactless. Gli stringenti requisiti di sicurezza sono volti a prevenire eventuali frodi, evitare il possibile riutilizzo dei dati della carta e preservare la privacy dei titolari.

Le carte Contactless dispongono, infatti, di diverse soluzioni di sicurezza:

  • Nessun pagamento può essere effettuato se il POS non viene attivato;
  • La carta funziona solo se avvicinata al POS a meno di 4 centimetri di distanza;
  • Ogni transazione Contactless genera un unico crittogramma di sicurezza. Quest’ultimo non può essere usato per effettuare una nuova transazione con la stessa carta o dispositivo in quanto sarebbe incompatibile con i sistemi di monitoraggio e sicurezza delle banche;
  • Per transazioni Contactless con importi superiori a 25€, in Italia è richiesto l’uso del codice PIN o della firma.

Con le carte Contactless, inoltre, è impossibile pagare “per sbaglio”: la carta funziona solo quando viene avvicinata al lettore e a pochissimi centimetri di distanza. Non esiste dunque alcun rischio di doppio addebito: anche se si sfiora più di una volta il lettore con la carta, la transazione è effettuata una sola volta. Ma soprattutto, la carta rimane sempre nelle mani del suo legittimo possessore, che ha sempre il controllo dell’operazione di pagamento.

Nessun timore, dunque: il consumatore resta sempre tutelato, anche in caso di tentativi di frode e relative richieste di rimborso.

Buzzoole

Vuoi ricevere i nuovi post via mail?
I post della settimana, ogni venerdì alle 9, più qualche sporadica lettera.
Rispetteremo la tua privacy.

Tags: