Il miglior smartphone rugged del 2019

miglior smartphone ruggedLo smartphone rugged è un cellulare indistruttibile, ideale per chi fa un uso “estremo” dei propri dispositivi.

Se sei finito su questa pagina, è probabile che tu sia intenzionato ad acquistare il miglior smartphone rugged.

Sei capitato nel posto giusto, perché qui ti forniremo tutti i consigli e suggerimenti su come scegliere uno smartphone rugged e acquistare uno dei migliori sul mercato.

Quali sono i migliori smartphone rugged del 2019?

Il miglior smartphone rugged in assoluto (top di gamma!)

Blackview BV9700 Pro

blackview bv9700 proDotato di un chipset ARM da 8 core e 2GHz di frequenza di clock, è supportato da 6 GB di RAM e uno spazio di archiviazione di 64 GB. Sul lato posteriore spicca una fotocamera principale da 15 megapixel, grazie alle specifiche del comparto fotografico posteriore è possibile filmare clip video in FullHD. 8.0 megapixel sono la dotazione che Blackview ha previsto sul reparto fotografico anteriore di questo smartphone. Blackview Bv9700 Pro è alimentato una batteria da 4380 mAh, che sembrerebbe in grado di offrire una buona autonomia energetica.

Il miglior smartphone rugged di qualità media

Caterpillar S61

caterpillar s61Al suo interno monta un processore Qualcomm Snapdragon 630 da 8 core e 2.1GHz di frequenza di clock, insieme a 4 GB di RAM e uno spazio di archiviazione interno di 64 GB. Molto buona (e duratura) la batteria da 4500 mAh. La fotocamera principale, a dar corpo al potenziale di scatto del device, consente scatti con una definizione di 16 Megapixel. Grazie alla capacità dei sensori in dotazione è possibile girare filmati in 4k.

Ulefone Armor 6e

Ulefone Armor 6eArmor 6E è uno smartphone super resistente, caratterizzato da un’ottima batteria ed uno schermo Gorilla Glass 5 con risoluzione di 1080 x 2246 pixel. Disponibile in colorazione Rossa ed in versione Nera. Sotto la scocca l’elaboratore principale è un SoC ARM, un octa-core con 2GHz di clock, affiancato da 4 GB di RAM e 64 GB di storage. Capiente la batteria da 5000 mAh che arriva a coprire una giornata di utilizzo intenso, arrivando a durare anche più di un giorno facendone un uso leggero.

Il miglior smartphone rugged economico

Blackview BV5500 Pro

Blackview BV5500 ProSotto lo chassis c’è il processore da 4 core e 2GHz di frequenza di clock, affiancato da 2 GB di RAM e una memoria di massa di 16 GB. Il display di 5.5 pollici si basa su un pannello LCD TFT con protezione antigraffio. La fotocamera principale, sul lato posteriore, offre una capacità pari a 8 MP con un’apertura focale f/2.00. Il device ha la possibilità di girare video in FullHD. 4.9 megapixel sono la dotazione che Blackview ha previsto sul reparto fotografico anteriore di questo telefono.

Ulefone Armor X3

Ulefone Armor X3Al suo interno il cuore pulsante è un processore, un quad-core con 1.2GHz di clock, accanto a 2 GB di RAM e 32 GB di spazio di archiviazione. Sulla parte anteriore del dispositivo c’è una fotocamera, dedicata ai selfie, da 4.9 MP. Sul lato posteriore di Ulefone Armor X3 spicca una fotocamera principale da 8 megapixel, il cui sensore ha apertura focale pari a f/1.80. Grazie alle potenzialità delle fotocamere posteriori è possibile fare video in FullHD.

Caterpillar B35

caterpillar b35Questo in realtà è un feature phone, ma ha caratteristiche veramente concorrenziali a prezzi bassissimi. Certificato IP68, è impermeabile fino a 1,2 m per un massimo di 35 minuti, è testato per resistere a cadute ripetute da 1,8 m su cemento, a prova di polvere e di temperature estreme. Ha anche una batteria ad ampia capacità da 2300 mAh che fornisce fino a 12 ore in conversazione e 30 giorni in standby.

Crosscall Action-X3

Crosscall Action-X3Questo è un modello dall’interessante comparto tecnico: processore Qualcomm Snapdragon 430, octa-core a 1,4 GHz, con 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna, espandibile fino a 128 GB attraverso la micro SD, passando per la batteria da 3500 mAh – che arriva tranquillamente a fine giornata – il chip NFC e l’ingresso USB Type-C.

Il miglior smartphone rugged per rapporto qualità-prezzo

Caterpillar S41

caterpillar s41Puoi farlo cadere da un’altezza di 1,8 metri, immergerlo un’ora in acqua fino a 2 metri e sottoporlo a temperature da shock (da -25° a 55°) e il tuo Cat S41 non si farà nulla: l’ideale per chi cerca un telefono che funzioni bene, che non costi molto e che sia solido e robusto. Il chip MediaTek Helio P20 – octa-core a 2.3 GHz – aiutato da 3 GB di RAM e 32 GB di storage, sono più che sufficienti a garantire ottime prestazioni con Android 7.0 Nougat e il pacchetto di app dedicate agli sportivi presenti nella personalizzazione Caterpillar. La batteria da 5000 mAh garantisce 44 giorni di autonomia in stand-by e 38 ore di conversazione in 3G: estremamente utile per quando non si ha la possibilità di ricaricare il dispositivo.

Doogee S60

doogee s60E’ dotato di un processore Mediatek Helio P25 octa-core con frequenza a 2.5 GH, affiancato da ben 6 GB di memoria RAM e 64 GB di memoria interna. Il display è da 5,2 pollici con risoluzione Full HD, ovvero 1.920 x 1.080 pixel. La fotocamera posteriore è da 21 MP con dual flash LED, mentre quella frontale è da 8 MP. La batteria, invece, è da ben 5.580 mAh, grazie alla quale difficilmente rimarrete col dispositivo scarico.

Il miglior smartphone rugged con fotocamera termica

Caterpillar S60

caterpillar s60Questo è un dispositivo dal buon comparto tecnico: schermo da 4,7 pollici HD con Gorilla Corning Glass 4, processore Qualcomm Snapdragon 617 – octa-core, a 1.5 GHz – con 3 GB di RAM e una memoria interna da 32 GB, fino alla batteria in dotazione da 3800 mAh che va avanti tranquillamente per due giorni anche con un utilizzo intensivo. Chiaramente l’elemento di spicco è la micro-termocamera Lepton di FLIR, che consente di visualizzare il calore invisibile a occhio nudo evidenziando le temperature a contrasto: basta aprire l’app pre-installata per avere una gamma di funzioni uniche tra gli smartphone e rilevare il calore attraverso un sensore a raggi infrarossi.

Il miglior smartphone rugged dal punto di vista estetico

Crosscall Trekker-X4

Crosscall Trekker-X4Sotto la scocca c’è un processore Qualcomm Snapdragon 660 – octa-core, a 2.2 GHz – con 4 GB di RAM e uno spazio d’archiviazione da 64 GB supportato da una super-batteria da 4400 mAh con ricarica rapida e wireless. È impermeabile all’acqua (anche salata o col cloro), ermetico alla polvere e resistente alle immersioni temporanee fino a 30 minuti a 1 metro di profondità. Il punto di forza del dispositivo è nell’essere il primo smartphone al mondo a integrare una action cam nella fotocamera posteriore da 12 megapixel.

Il miglior smartphone rugged per durata della batteria

Blackview BV9100

Blackview BV9100Questo telefono può contare su una capacità di oltre quattro volte maggiore rispetto ad un telefono top di gamma di Apple o Samsung, ben 13.000 mAh. L’autonomia in standby è di 60 giorni, si può conversare per 60 ore, così come vedere video in streaming per più di un giorno senza interruzioni. Le altre caratteristiche tecniche comprendono uno schermo da 6,3 pollici Full HD+ con notch a goccia, 4GB di RAM e 64 di ROM espandibili via micro SD card da altri 128GB.

Guida all’acquisto

Oggi sul mercato stanno prendendo sempre più piede gli smartphone rugged e anche in questo settore la tecnologia sta facendo grandi passi, regalando modelli sempre più all’avanguardia.

Cosa sono gli smartphone rugged

La traduzione del termine “Rugged” è duro. I dispositivi di questo tipo sono, appunto, costruiti in maniera tale da risultare estremamente forti, robusti e con gusci che li proteggono da eventuali cadute, rendendoli quasi indistruttibili.

Si tratta di cellulari che non sono solo in grado di resistere all’acqua e alla polvere (fattore che inizia a essere presente anche in molti smartphone “comuni”), ma che hanno una grandissima resistenza agli urti, alle temperature estreme e che offrono un’autonomia di batteria molto elevata.

Perché acquistare uno smartphone rugged?

Quindi, cosa dovrebbe spingervi a comprarne uno? Gli smartphone rugged sono perfetti per gli sportivi, ad esempio per chi ama la bicicletta, il motobike, il trekking o la vela, tutte situazioni in cui, di solito, ci si preoccupa di dover fare attenzione a tenere il proprio dispositivo al riparo delle condizioni esterne ed atmosferiche.

Sono smartphone adatti anche ai professionisti che si trovano spesso in cantiere, con il rischio polvere o di cadute improvvise con incontri indesiderati con pozzanghere, automobili o che passano molto tempo in luoghi molto caldi.

La particolarità degli smartphone rugged è di essere testati in maniera rigorosa, in modo da garantire standard di protezione da vibrazioni, per funzionare per alcune ore (o giorni) sott’acqua, resistere agli urti, alle temperature estreme, alla polvere e alla pressione dovuta dal peso dei veicoli che potrebbero calpestarli.

Vantaggi e svantaggi degli smartphone rugged

Come abbiamo visto certamente uno smartphone rugged ha molti vantaggi, soprattutto per chi ha un certo stile di vita. Quindi se siete sportivi o lavorate in certi contesti e non volete (o non potete) rinunciare ad avere con voi il vostro dispositivo smart, fanno di certo al caso vostro. Pensate di poter fare un’immersione e non dover portare con voi attrezzatura fotografica ingombrante, ma solo il vostro smartphone; o ancora di poter andare in cantiere senza avere l’ansia che il cellulare cada dall’impalcatura finendo in mille pezzi.

Ovviamente, sono dispositivi adatti e pensati per chi ha un certo stile di vita o di lavoro, se siete dei tipi da città non si tratta sicuramente dell’acquisto per voi.

Mettendo sotto la lente gli smartphone rugged per trovarne gli svantaggi possiamo segnalarne alcuni che, fatte le dovute proporzioni con le proprie necessità, non è detto che siano un ostacolo all’acquisto.

  • L’estetica ne risente, a vantaggio della solidità e resistenza;
  • sono più pesanti rispetto agli altri dispositivi, questo sia per la scocca in gomma che li protegge, sia per la batteria più grande, che si traduce in una maggior autonomia;
  • di norma il comparto fotografico non fornisce ottime prestazioni, anche se ogni nuovo modello fa un passo in avanti.
  • a parità di caratteristiche e prestazioni i Rugged phone hanno un prezzo maggiore rispetto ai normali smartphone, una differenza dovuta alla tecnologia necessaria per renderli così resistenti.

Come scegliere uno smartphone rugged

La scelta di uno smartphone rugged è dettata, soprattutto, dalle necessità specifiche. Ad esempio, chi lavora nei cantieri non avrà bisogno di un oggetto che resista settimane sott’acqua, ma di sicuro che sia ben testato per gli urti e le cadute; mentre chi lavora in ambienti molto caldi dovrà considerare la resistenza al calore. Insomma, gli aspetti della scheda tecnica di uno smartphone rugged sono tanti.

Per quanto riguarda il sistema operativo c’è poca scelta, solo Android, non ci sono, infatti, prodotti Apple per questo mercato.

Certificazioni

Come abbiamo visto una particolarità di questi smartphone è la loro capacità di resistere alle temperature, alle polveri e in acqua. Queste caratteristiche variano in base alle certificazioni che hanno ottenuto, tre in particolare:

  • Gamma di Temperature
  • MIL-STD-810F/G
  • IP

La Gamma di Temperature, definisce le temperature operative del dispositivo. Troverete un range dei limiti che il dispositivo può sopportare al di sopra o al di sotto dei 0 gradi, ad esempio tra i -25° a +55°.

Il MIL-STD-810F/G, questa certificazione viene rilasciata in seguito ad una serie di test ambientali, che hanno lo scopo di accertare che l’equipaggiamento sia conforme allo standard militare di resistenza. Si tratta del più alto standard di certificazione, eseguito direttamente dal Comando Test di Sviluppo degli Stati Uniti.

l’IP (Ingress Protection o Protezione Internazionale), che definisce il livello di protezione ambientale di strumentazioni elettriche contro liquidi e solidi. In pratica, identifica la resistenza della scocca, il rivestimento del nostro smartphone in questo caso, al possibile ingresso di polvere (corpi solidi) o acqua e altri liquidi all’interno del device.

La sigla IP è seguita da due numeri: il primo si riferisce alla resistenza alle polveri, il secondo ai liquidi. Quando è presente una “X” significa che il produttore non ha fornito indicazioni in proposito.

Quindi uno smartphone con certificazione IP 67 ha una resistenza 6 alla polvere (Protezione completa) e 7 per i liquidi (Protezione da immersioni temporanee); un IP 68 oltre alla protezione totale dalle polveri e 8 dai liquidi (Protezione da immersioni permanenti).

Tenete sempre presente che una certificazione di resistenza all’acqua inferiore a 6 in realtà protegge il vostro device da eventuali piogge o ondate di acqua, ma non da un’immersione (volontaria o casuale).

Display

I telefoni rugged hanno display estremamente resistenti, nati per non rompersi né con le cadute ma nemmeno se dovessero venire investiti da un’automobile, solitamente sono in vetro temperato. Essere una tipologia di smartphone “da lavoro” non li rende meno gradevoli, molto spesso gli schermi sono grandi, luminosi e nitidi, con una buona risoluzione.

Autonomia

Un altro punto forte di questi smartphone è la loro autonomia. Spesso montano batterie da 4500mAh fino a 1100 mAh, che garantiscono di avere lo smartphone acceso anche per tre giorni!