E’ stata indubbiamente una sorpresa, quella che ha visto Nokia annunciare un tablet. Si tratta del cosiddetto Nokia N1, basato su una versione personalizzata di Android, che segna il ritorno della casa finlandese nel mercato dei dispositivi mobili dopo la cessione della divisione smartphone a Microsoft.

L’annuncio è avvenuto in occasione dell’evento Slush, organizzato in Finlandia, dove sono state svelate anche le caratteristiche tecniche: Nokia N1 sarà un tablet con schermo da 7.9 pollici basato su Android 5.0 Lollipop e avente Nokia Z Launcher come interfaccia utente predefinita. Il design ricorderà molto quello dell’originale iPad mini di Apple; la scocca è realizzata in un elegante e resistente alluminio ed è particolarmente sottile, con soli 6,9mm di spessore.

Il display utilizzerà la protezione Gorilla Glass 3 e garantirà un’ottima risoluzione da 2048 x 1536 pixel; il cuore del sistema sarà un processore a 64-bit Intel Atom Z3580 da 2,3 GHz, supportato da una GPU PowerVR G6430 e da 2 GB di RAM LPDDR3; presenti 32 GB di memoria interna dedicata all’archiviazione dei dati e due fotocamere, una frontale da ben 5 megapixel per realizzare selfie e videochiamate di qualità e una posteriore con sensore da 8 megapixel. Entrambi i moduli sono capaci di registrare video in Full HD a 1080p.

Il tablet Nokia N1 garantirà la connettività Bluetooth 4.0 e Wi-Fi con tecnologia MiMo, ma va segnalata l’assenza di un’opzione per usarlo in 3G o 4G LTE: si tratta del vero punto debole del device, che dunque non permetterà di connettersi a Internet liberamente, senza dover contare sulla WiFi. La batteria integrata è da 5300 mAh ai polimeri di litio e, a completare la dotazione, vi sono due altoparlanti stereo, un microfono e due sensori (giroscopio e accelerometro).

Non è stata ancora annunciata la data di arrivo nei negozi ma, al momento del debutto, avrà un prezzo di 249 dollari. È con tale prodotto che Nokia torna nel mercato consumer dopo aver venduto la propria attività smartphone a Microsoft. L’azienda finlandese tenta di riconquistare il pubblico puntando su un tablet dotato di numerosi elementi di spicco: una scocca in alluminio, un ottimo pannello, dimensioni contenute e un hardware potente e performante, il tutto gestito dall’ottimo Android 5.0 Lollipop.

Questa scelta accontenta chi desiderava un rientro dei finlandesi nel mondo Android, dopo lo storico rifiuto a favore di Windows Phone). Nokia riparte dunque da dove aveva lasciato, da quel mondo dei tablet fin qui a malapena approcciato con il difficoltoso lancio del Nokia 2520 mai giunto in Italia durante il suo breve percorso di mercato.

Vuoi ricevere i nuovi post via mail?
I post della settimana, ogni venerdì alle 9, più qualche sporadica lettera.
Rispetteremo la tua privacy.