Come per ogni altra versione della serie Galaxy S, anche in questo caso la casa coreana ha fatto uscire, a distanza di qualche mese, il “fratello minore”  del suo top della gamma, un device non solo in grado d’incontrare le esigenze di chi non vuole spendere troppo, ma anche chi desidera in generale uno smartphone dalle dimensioni più contenute.

Design e costruzione

Riprende in toto, e in dimensioni più limitate, quello del fratello maggiore, compresa la cornice in plastica che restituisce, al tocco, le sensazioni dell’alluminio. Nonostante resti un telefono dal peso assai contenuto e maneggiabile con una sola mano, ricordatevi che lo schermo è cresciuto rispetto alle versioni precedenti, e che misura 4.3” pollici. Voto: 7,5/10.

Hardware e prestazioni

L’hardware di Samsung Galaxy S4 Mini prevede un processore Dual Core Qualcomm Snapdragon 400 a 1.7 GHz di frequenza di clock, 1.5 GB di Ram, 8 GB di memoria interna espandibile con MicroSD fino ad ulteriori 64 GB, ed una GPU Adreno 305. Un comparto più che buono, ma non aspettatevi miracoli dalla batteria che difficilmente, con un utilizzo intenso, potrà resistere fino al dopocena. Voto: 7/10.

Software e funzionalità

Come il fratello maggiore, questo telefono è dotato di Android 4.2.2 con Touchwiz, e non differisce molto nella user interface. La fluidità è buona, a parte nella sezione dei widget, la dotazione di applicazioni è notevole, le uniche vere differenze emergono nei controlli: non abbiamo lo scrolling, la rotazione o la pausa intelligente e nemmeno le varie gestures Air View, possiamo però attivare funzioni quali lo Stand-by Intelligente, la chiamata diretta avvicinando lo smartphone all’orecchio o gestures riguardanti il movimento del palmo della mano. Voto: 6,5/10.

Multimedia

Molto bene il display, un Super Amoled dalla definizione più che accettabile (540 x 960 pixel), dalla resa dei colori accesi ma comunque naturali, e dal buon contrasto in senso evolutivo rispetto ai predecessori. La fotocamera è a 8 Mpixel ed è molto buona, bene anche quella frontale da 1.9 Mpx. L’audio risulta essere un po’ troppo gracchiante e meno nitido nei bassi, rispetto agli standard a cui Samsung ci ha abituati. Voto: 7/10.

Confezione e pricing

Destano ancora il loro “fascino” la confezione, i libretti di configurazione e di guida rapida e di garanzia, tutti in cartone riciclato con inchiostro di soia. La dotazione all’interno è quella standard: un alimentatore bianco da 5 Volt in accoppiata con un cavetto USB-MicroUSB e le canoniche cuffiette auricolari in-ear di Samsung con il telecomando per rispondere alle chiamate ed alzare o abbassare il volume. Sempre nella confezione troviamo anche la batteria da 1900 mAh visto che il dispositivo ha la scocca rimovibile. Voto: 7,5/10.

In definitiva

Si tratta di un telefono che al prezzo iniziale (399 euro) è poco appetibile, ma che alle offerte che iniziano a fioccare online nelle ultime settimane (un centinaio di euro in meno) potrebbe essere molto più interessante. L’esperienza Samsung in una mano e ad un prezzo buono: a voi la scelta. Le lacune, invero, non mancano. Voto: 7/10.

Scheda Tecnica

Processore  Qualcomm Snapdragon 400 1.7 GHz
GPU  Adreno 305
RAM  1.5 GB
Memoria interna  8 GB
Espansione memoria  Sì, MicroSD fino a 64 GB
Display  Super AMOLED 4.3″
Risoluzione  540 x 960 pixel
Fotocamera anteriore  1.9 MP
Fotocamera posteriore  8 MP, video fino a 1080p
Wi-Fi  b/g/n
3G  HSDPA
4G LTE  Sì
Bluetooth  4.0
Infrarossi  Sì
NFC  Sì
GPS  A-GPS
Sensori
  • Accelerometro
  • Sensore di Prossimità
  • Sensore di Luminosità
  • Giroscopio
Porte
  • MicroUSB
  • Jack da 3.5mm
Batteria  1900 mAh
Materiali  Policarbonato
Dimensioni  124.6 x 61.3 x 8.9 mm
Peso  107 grammi
Disponibilità  Internazionale
Sistema Operativo  Android 4.2.2 Jelly Bean
Data di lancio  Agosto 2013
Colorazioni  Bianco, Nero
Prezzo (circa)  399 euro al lancio
Vuoi ricevere i nuovi post via mail?
I post della settimana, ogni venerdì alle 9, più qualche sporadica lettera.
Rispetteremo la tua privacy.