Qwant, tutte le SERP in una pagina

Quando si parla di nuovi motori di ricerca, nel mondo occidentale, non si può fare a meno di stupirsi verso chi cerca di conquistarsi una briciola di mercato lasciata da Google. Basta pensare alla situazione italiana, dove Big G detiene più del 90% della quota di mercato e dove imprese come Volunia e iStella non hanno avuto dei feedback incoraggianti (eufemismo).

Nei giorni scorsi abbiamo visto l’esordio italiano di Qwant, un motore di ricerca di nascita francese (anno 2011) che ha una grande ambizione: quella di rispondere all’esigenza dell’utente con una singola pagina di risultati, dove includere tutto. Qwant infatti agglomera cinque motori verticali che restituiscono risultati su Immagini, Web, Social, Live (notizie in tempo reale) e Shopping (oggetti da acquistare mediante vari portali di e-commerce).

Soluzione estrema? Non proprio, se pensiamo che mediamente il 75% degli utenti non va mai oltre la prima pagina dei risultati; una netta maggioranza, che ci fa capire sia quanto conti di più la top 10 rispetto a tutto il resto, sia quanto la scelta di Qwant possa trovare apprezzamenti in giro per il Web.

Un altro prodotto che ha impostato la sua proposta sul “tutto in una pagina” è DuckDuckGo, che ha risolto la questione con un endless scrolling visivamente interessante ma dispendioso. Qwant invece non ti proporrà mai più di dieci risultati per ciascun motore verticale, ma inserisce una text-box in cima ad ogni SERP per permettere all’utente di raffinarli grazie ad altre parole chiave.

Sono interessanti anche le tipologie di visualizzazioni che vengono concesse all’utente, come:

  • Mosaico: le SERP vengono mescolate sulla pagina in una sorta di Pinterest mode, dove il colore del bordino in alto definisce il motore verticale che la restituisce
  • Media: vengono mostrati solo i risultati relativi a foto e video, sempre in Pinterest Mode
  • Persone: risultati dai profili social, tra cui Facebook, Linkedin, Twitter, Google Plus e MySpace

Ricordando che si tratta comunque di una versione Beta, non possiamo non guardare con simpatia a questo progetto che, nella generale semplicità di idee, ha comunque introdotto due o tre suggerimenti che potrebbero giovare anche ai big del settore.

Vuoi ricevere i nuovi post via mail?
I post della settimana, ogni venerdì alle 9, più qualche sporadica lettera.
Rispetteremo la tua privacy.