Un SEO (oppure Search Marketing Integrator, che dir si voglia) deve tenere sotto controllo numerosi dati, per svolgere a dovere il proprio lavoro: keywords, link, trend, tutto quel che è necessario per comprendere la propria nicchia di mercato ed arrivare a emergere. Appare dunque indispensabile, come in tutte le professioni, l’utilizzo di alcuni strumenti con lo scopo di aiutare, automatizzare e semplificare certe routine.

In questo post ne ho selezionati alcuni tra i più essenziali, noti e universalmente riconosciuti ed apprezzati.

Google Webmaster Tools

Nel Mondo (in Italia, soprattutto) fare SEO significa ottimizzare i propri progetti web per Google, che in alcune nazioni come il nostro Bel Paese possiede quote di mercato “bulgare”. Appare quindi inevitabile affidarsi allo strumento per i webmaster di Mountain View, in grado di comunicarci se il bot del motore di ricerca riesce a leggere, indicizzare ed in generale ad interfacciarsi in maniera ottimale col nostro sito web. Un account su GWT è dunque obbligatorio.

Google Analytics

Di strumenti per fare web-analytics ne esistono tantissimi, client o web-based, ma come ho già più volte avuto il modo di argomentare su questo blog, credo che il punto di partenza non possa che essere Google Analytics. I motivi sono due: è gratuito (offrendo comunque alcune interessanti features), e si integra alla perfezione con altri prodotti essenziali come GWT, AdWords e AdSense. L’utilizzo di GA non esclude altri servizi, magari a pagamento, per integrare le info o per offrirvele in altro formato.

Google AdWords Keyword Tool

Vi state apprestando ad ottimizzare un contenuto per il vostro sito/blog e volete dei punti di riferimento su quali parole-chiave utilizzare? Non potete non affidarvi al suggeritore di keyword di Google Adwords, in grado di indicarvi delle query ricorrenti, la frequenza con la quale vengono ricercata e la loro monetizzabilità.

Browseo

Tool interessante, una via di mezzo tra un canonico browser ed un SEO tool, consente di analizzare ogni singola pagina Web e carpirne la struttura e la rilevanza per certe doverose keywords.

Copyscape

Avete sempre paura che altri siti copino i vostri contenuti, mettendovi sotto nelle SERP grazie ad un pagerank migliore? Quest’applicazione fa decisamente al caso vostro, scovando nel Web  tutti i casi di contenuti duplicati…

Ahrefs Site Explorer

Il miglior prodotto per la link analysis, offre il servizio gratuito solo per una piccola quota dei backlink, poi subentrano tre tipi di servizi premium (Enterprise, Professional, Elite…). Fate le vostre valutazioni, va detto che Ahrefs è assai preciso, puntale e dettagliato, un valore aggiunto rispetto ad altri competitor.

Hootsuite

L’oasi del social media sharing, Hootsuite vi consente di diffondere i contenuti del vostro sito su decine di canali, soprattutto se passerete alla versione Pro (quella gratuita vi consente un massimo di 5 social e altre funzionalità limitate). Dando per scontato che non potete usare troppe ore del vostro tempo quotidiano per postare manualmente, si tratta del miglior prodotto per questo tipo di attività.

Quora

Se non avete argomenti per il vostro nuovo post, Quora può suggerirvene innumerevoli. Questa piattaforma di Q&A, esclusivamente in lingua inglese, consente tematiche di qualsiasi natura, e vede la partecipazione di numerosi personaggi autorevoli ad arricchire la discussione.

InboxQ

Una soluzione più “popolare” rispetto a Quora è questo interessante tool, disponibile sia come applicazione sia come estensione per Chrome e Firefox, che vi permette di trovare le domande che gli utenti di Twitter si pongono rispetto una data parola-chiave.

Vuoi ricevere i nuovi post via mail?
I post della settimana, ogni venerdì alle 9, più qualche sporadica lettera.
Rispetteremo la tua privacy.