Facebook Moments perché non è ancora arrivato in Europa?

Facebook ha da poco ufficializzato il lancio di “Moments” in USA,  un’applicazione stand-alone di Facebook, ovvero un tipo di app che non necessita dell’app Facebook per funzionare (ma dovete, comunque, essere iscritti al social network per poterne usufruire), così come Messanger e Groups.
Che cos’è, dunque? si tratta di un’applicazione che consente agli utenti di creare album condivisi sul cloud e senza alcuna condivisione pubblica. Sarà l’utente a scegliere a chi dei propri contatti mostrare le foto.

A differenza di Google Foto (App a cui potrebbe essere paragonata) Moments non offre un backup automatico delle immagini dal proprio dispositivo, le foto devono essere caricate dall’utente.
La vera novità consiste nel sistema di riconoscimento dei volti. Quando si condivide una foto sarà Moments a individuare i volti degli amici ritratti grazie al riconoscimento automatico di Facebook.
Un’applicazione ideale nelle grandi occasioni, come un matrimonio, quando si impiega molto tempo per selezionare le foto e inviarle agli amici, così sarà tutto più veloce: scelte le immagini, sarà l’applicazione a sincronizzare la galleria di immagini con gli amici riconosciuti.

Ed è proprio il riconoscimento facciale, che è il cuore dell’applicazione, a bloccarne la diffusione in Europa. Per i garanti europei della privacy l’applicazione dovrà chiedere agli utenti un consenso esplicito ad usare il riconoscimento.
Richard Allan, a capo dell’European policy di Facebook, spiega che “I regolatori ci chiedono di dare agli utenti la scelta di abilitare il riconoscimento facciale, e al momento non abbiamo questa opzione”. Quindi il lancio europeo è rinviato fino a quando la società di Mark Zuckerberg non introdurrà questa modifica.

Non è il primo stop per questa teconologia. Già nel 2010 Facebook aveva iniziato ad usare il riconoscimento facciale per suggerire agli utenti le persone da taggare nelle foto, ma nel 2012 la funzione venne disabilitata in Europa proprio per le riserve espresse della Commissione irlandese per la protezione dei dati.

Vuoi ricevere i nuovi post via mail?
I post della settimana, ogni venerdì alle 9, più qualche sporadica lettera.
Rispetteremo la tua privacy.