Come pulire un MacBook?

Il MacBook è un computer portatile straordinario, che ti consentirà di ottenere il massimo sia in ambito professionale che nell’ambito dell’intrattenimento personale.

Come tutti i prodotti informatici (e non solo), però, l’utilizzo intenso porta alla creazione di vario tipo di sporcizia: polvere, ditate e altro ancora!

Periodicamente, quindi, dovresti pulire il tuo MacBook sia per motivi d’igiene, sia per garantire longevità al tuo MacBook.

In questa guida ti spiegheremo come pulire un MacBook in maniera sicura ed efficace.

Attività preliminari

Prima d’iniziare a pulire, devi organizzarti!

Quindi inizia a preparare il tuo MacBook con le seguenti operazioni:

  • Spegni il computer
  • Stacca il cavo dell’alimentazione, se presente
  • Disconnetti tutte le eventuali periferiche
  • Ponilo su un ripiano sgombro e pulito (per esempio la scrivania)

Contemporaneamente, devi procurarti i prodotti necessari per pulire correttamente il tuo computer, senza arrecare danneggiamenti involontari.

Avrai dunque bisogno di un panno in microfibra, preferibilmente antistatico e che non lasci pelucchi. In alternativa, puoi impiegare un panno in pelle di daino oppure un panno in pelle di camoscio. Entrambi sono molto morbidi e risultano essere adatti allo scopo. Evita invece panni abrasivi, asciugamani, salviette di carta e oggetti simili che potrebbero danneggiare il prodotto.

Qui trovi una selezione dei migliori panni per pulire il MacBook.

Facoltativamente, puoi utilizzare un po’ d’acqua per inumidire il panno, in modo tale da riuscire a rimuovere con maggiore facilità la sporcizia più ostinata, oppure, per quel che concerne il solo schermo, puoi avvalerti di un detergente specifico per display che non contenga acetone, da impiegare senza spruzzarlo direttamente sulla parte interessata ma sempre andando ad inumidire preventivamente il panno.

Assolutamente da evitare, invece, spray, solventi o sostanze abrasive.

Come pulire la scocca del MacBook

Prendi il panno e passalo su tutta la parte esterna del computer: scocca superiore ed inferiore e parti laterali. Compi l’operazione in oggetto effettuando dei movimenti circolari e delicati, senza fare eccessiva pressione.

Se lo sporco dovesse persistere, puoi inumidire con un po’ d’acqua il panno dopodiché strizzalo per bene per rimuovere il liquido in eccesso e passalo sulla parte esterna del MacBook, evitando che l’umidità penetri nelle aperture. Successivamente, con il lato asciutto del panno, per asciugare la scocca del computer. Lascialo poi all’aria per qualche minuto.

Come pulire lo schermo del MacBook

Per la pulizia dello schermo valgono gli stessi principi della scocca: movimenti delicati con il panno, eventualmente inumidito se lo sporco è più ostinato.

In alternativa, puoi utilizzare dei prodotti detergenti appositi senza però mai spruzzare il liquido direttamente sullo schermo. In tal caso, infatti, il liquido va spruzzato esclusivamente sul panno e solo successivamente è possibile passare quest’ultimo sul display.

Come pulire la tastiera del MacBook

Per quel che concerne invece la pulizia della tastiera, serviti sempre del panno in microfibra passando quest’ultimo su tutta la superficie della stessa ma in maniera ancora più delicata rispetto a quanto fatto per la scocca. Dei movimenti poco accorti potrebbero infatti andare a rompere uno o più tasti o comunque sia farli scivolare fuori dal loro alloggiamento.

Anche in tal caso, se procedendo con il solo panno la sporcizia permane, inumidiscilo con un po’ d’acqua, strizza poi il panno in modo tale da far fuoriuscire il liquido in eccesso e passalo nuovamente sulla tastiera, procedendo sempre con la massima delicatezza.

Se hai un MacBook Pro 2016 e successivi con Touch Bar Touch ID, la pulizia di tali modelli va effettuata in maniera identica. E’ sconsigliabile però l’utilizzo di prodotti detergenti ad hoc. Se proprio lo sporco persiste, serviti solo dell’acqua.

Problemi e chiarimenti

C’è qualche passaggio che non ti è ancora molto chiaro o hai qualche altro dubbio in merito alla pratica in oggetto? Se le cose stanno così, rivolgiti al servizio clienti Apple.

Puoi contattarlo in vari modi, tutti quelli che trovi elencati qui sotto.

  • Tramite telefono – Telefona il numero verde 800 915 904 e segui le istruzioni della voce guida. La chiamata è gratuita e può essere effettuata dal lunedì al venerdì, dalle 8:00 alle 19:45.
  • Tramite il sito Apple – Collegati alla pagina apposita per il supporto online sul sito di Apple, clicca sull’icona relativa ai Mac e segui la procedura che ti viene proposta per indicare il tipo di difficoltà riscontata e per ricevere l’aiuto di cui hai bisogno.
  • Tramite l’app Supporto Apple – Scarica l’app per il supporto Apple su un eventuale dispositivo iOS in tuo possesso, avviala, collegati con il tuo account Apple, seleziona il tuo Mac dall’elenco dei device annessi alla sezione Ottieni supporto e vedrai una lista con varie voci. Seleziona quella che ti interessa e segui le relative istruzioni.
  • Tramite Twitter – Invia un tweet oppure un messaggio privato all’account @AppleSupport, specificando i problemi riscontrati. Dovresti ricevere una risposta entro breve.
  • Tramite Apple Store – Recati presso uno dei tanti Apple Store presenti sul territorio con il tuo MacBook e chiedi supporto diretto agli addetti. Puoi consultare la lista di tutti gli Apple Store in Italia (e non solo) tramite questa pagina Internet.