Il materasso in memory foam: caratteristiche, prezzi, quale scegliere

Negli ultimi anni sono in molti quelli che, dovendo scegliere un materasso da acquistare, propendono per un materasso memory.

Si tratta di una soluzione che mette d’accordo numerose esigenze, ma che come tutto ciò che riguarda una scelta così importante per il nostro riposo e la nostra salute, va vagliata attentamente.

In questo post vi spiegheremo quel di cui tenere conto decidendo di acquistare un materasso in memory foam.

Materasso Memory: caratteristiche

Il memory foam appartiene alla famiglie delle “schiume”, materiali innovativi che sono stati importati dal mondo dell’aeronautica spaziale.

Il memory foam, in particolare, è il nome commerciale della schiuma viscoelastica. Una delle caratteristiche principali di questo materiale è un valore di resilienza prossimo allo zero, che gli consente di prendere la forma del corpo che deve essere sostenuto, senza oscillazioni e rimbalzi. Ogni parte del corpo è supportata in funzione al peso e alla pressione esercitata.

Ciò che differenzia il memory foam dagli altri schiumati è, infatti, il fatto di essere termosensibile. In pratica, il Memory Foam riesce a modificare la sua rigidità in base al calore emanato dal corpo a contatto con la superficie.

Per questa caratteristica, il Memory Foam può adattarsi alla posizione assunta dalla persona, nel corso delle stesse ore notturne. Sono il calore e il peso di un soggetto che consentono al materasso di adattarsi e assumere la forma del corpo.

A differenza dei materassi in lattice o a molla, la schiuma memory si compone da più strati, almeno due. Se il materasso fosse al 100% in memory sprofonderemmo all’interno senza giovare di alcun beneficio, anzi sarebbe un male per la nostra salute. Per questo motivo ci sono almeno due strati, spesso tre quando viene inserito uno strato di memory anche sul lato inferiore (per il due stagioni).

I materassi in commercio, quindi, hanno il memory foam sulla lastra superiore dell’anima del materasso, con uno spessore variabile dai 3 agli 8 cm. Si sconsiglia comunque, per non perdere efficacia, uno strato memory inferiore ai 5 cm, l’altezza complessiva è tra i 21 e i 25 cm. Lo strato sotto il memory, che serve ad “assorbire” il peso che poggia sul memory, è di solito composto da poliuretano espanso, ma esistono anche altri materiali adibiti all’uso.

Materasso “Silk”

In memory foam MyMemory 6cm a 7 Zone Differenziate con Rivestimento in Seta
VEDI OFFERTA
LA NOSTRA SCELTA

Materasso Memory: vantaggi e svantaggi

Date per scontate le varie accortezze su come pulire e quando cambiare un materasso, i materassi memory detengono una longevità superiore alla media.

Il materasso memory è probabilmente la tipologia di materasso più attenta all’equilibrio tra flessibilità e rigidità, quindi è la scelta ideale per chi ha esigenze nella media e non ha particolari limitazioni.

Tra gli aspetti negativi, invece, è notorio come i materassi memory tendano, per loro costituzione, a trattenere il calore. Questo li rende una soluzione poco ideale per zone dalle temperature medie alte, a meno di usare rivestimenti esterni per attutire la ritenzione del calore (per esempio, la seta), o scegliere prodotti di fascia alta. I materassi memory di qualità hanno difatti degli strati intermedi che garantiscono un ricircolo d’aria.

Materasso Memory: per chi è indicato, per chi è sconsigliato

Di solito, i migliori modelli di materasso memory sono antiacaro, antifungini e anallergici. Questo li rende i prodotti ideali per chi soffre di asma, allergie o altre patologie legate a polvere, acari e miceti.

Questo materasso è inoltre ideale per chi soffre di dolori al collo e di emicrania, per chi digrigna i denti e per problemi alla colonna vertebrale, perché il memory foam riduce le pressioni sulle vertebre. Scioglie le tensioni muscolari e tra le opinioni degli esperti, è consigliato a chi soffre di mal di schiena, stanchezza cronica e dolori muscolari dettati da una postura scorretta.

In generale, il materasso memory è la soluzione migliore per chi vuole trovare la propria posizione nel sonno, al tempo stesso può non esserlo per i soggetti che tendono a cambiarla spesso.

Data la loro natura, questi prodotti non hanno una portanza elevata, pertanto non sono particolarmente adatti per le persone robuste e sovrappeso. 

Un’altra categoria che non giova delle caratteristiche di un materasso memory è quella delle persone con deficit di movimento (handicap o convalescenti). Chi ha serie difficoltà motorie dovrebbe evitare questo prodotto perché rende più difficile salire e scendere dal letto, anche in considerazione dell’altezza del materasso.

Il materasso memory foam è inoltre sconsigliato a chi soffre di sudorazione notturna perché tende a trattenere i fluidi.

Materasso Memory: i prezzi

Il prezzo di un materasso memory può variare da qualche centinaia a migliaia di Euro.

Il prezzo è un indicatore indiscutibile della qualità e delle caratteristiche di un materasso.

È comunque molto importante non scegliere il proprio materasso solo in base a quanto si vuole spendere, ma selezionarlo soprattutto in base al tipo di corporatura che dovrà usarlo, alle sue esigenze personali e ad eventuali problemi di postura o di dolori cronici (vedi paragrafo precedente).

Il nostro consiglio è, comunque, di evitare dei prodotti troppo economici, soprattutto per il materasso “principale”, quello che utilizzate tutte le notti.

webpointzero.com
Logo
Confronta prodotti
  • Total (0)
Confronta
0