Come gestire utenti e ruoli su WordPress

Anche se molti blogger utilizzano il proprio sito, e quindi la piattaforma CMS che c’è dietro, in modalità mono-autore, può capitare spesso di mettere in campo delle collaborazioni, dei guest-post, o delle vere e proprie redazioni online, e quindi ci ci sia bisogno di una gerarchia di utenti che possano accedere al back-office e operare in autonomia.

WordPress supporta nativamente da tempo la multi-autorialità, e in questo post vi spiegherò com’è possibile creare nuovi utenti e assegnar loro i permessi più calzanti per il tipo di attività che andranno a svolgere.

Creare nuovi utenti

La sezione di cui avete bisogno è all’interno della vostra Bacheca, e si chiama proprio Utenti. Da qui potete navigare sia nella sezione Tutti gli utenti, che vi apparirà così.

Ovviamente da questa sezione potete modificare (e cancellare, volendo) gli utenti già creati in precedenza. Quello che ci interessa è crearne uno nuovo, quindi cliccate in alto su “Aggiungi nuovo”, e vi troverete di fronte il seguente form.
wordpress-nuovo-utente

Accanto a parametri piuttosto usuali come Nome utente e E-mail (entrambi obbligatori) ve ne troverete altri facoltativi come Nome, Cognome, Sito web, e avrete anche la possibilità di inviare la password appena settata via mail all’utente, che la potrà così conservare (o cambiare al primo accesso, ovviamente).

Importante attenzione va messa invece nella selezione del Ruolo dell’utente. WordPress prevede una gerarchia di cinque ruoli: Amministratore, Editore, Autore, Collaboratore e Sottoscrittore, ciascuno con i propri permessi e caratteristiche. Vediamo ora quali sono, di modo di permettervi di scegliere sempre la più calzante, evitando errori che potrebbero compromettere la sicurezza del vostro sito/blog.

Gerarchia Utenti

Nell’immagine che segue vi mostriamo una rappresentazione grafica del livello gerarchico interno a WordPress.

wordpress-gerarchia-utenti

Amministratore

E’ l’utente con permessi illimitati. Può fare e disfare quel che vuole sulla piattaforma. Non a caso, il primo utente che viene creato durante l’installazione ha proprio questo ruolo. Trattandosi a tutti gli effetti di un superuser, è opportuno che soltanto un’utenza abbia questo ruolo, e che sia affidata al webmaster di turno, il gestore del sito.

Editore

Ha un ruolo dominante sulla sezione contenutistica del sito, pertanto può editare, pubblicare e cestinare articoli e pagine, ma anche i media, categorie, tag. Non ha però i permessi per modificare struttura e aspetto. E’ un ruolo che può essere affidato a un direttore/capo-redattore di un’eventuale magazine online.

Autore

Scendiamo ancora di un gradino. L’autore può lavorare soltanto sugli articoli, può crearli, editarli, pubblicarli e cestinarli, sia che siano in bozza, sia che siano pubblicati. E’ il ruolo da affidare a un redattore “interno”.

Collaboratore

Il collaboratore ha grant assai limitate, può creare e modificare articoli (soltanto quelli scritti da se stesso), ma non può pubblicarli. Questi dovranno, infatti, essere prima approvati dall’amministratore/editore.

Sottoscrittore

E’ il ruolo più debole, quello che di solito si concede, nel caso si permetta la registrazione degli utenti semplici. Oltre a modificare il proprio profilo, e a commentare gli articoli, non può fare praticamente altro.

Vuoi ricevere i nuovi post via mail?
I post della settimana, ogni venerdì alle 9, più qualche sporadica lettera.
Rispetteremo la tua privacy.

Tags: